solitudine-donnatriste-tristezza
di redazionedi redazione5 novembre 20182min1430

Solitudine: gli scienziati “misurano” i danni al cervello | AZstarbene

Le persone sole a rischio demenza

Gli scienziati confermano: solitudine e isolamento sociale creano danni al cervello, aumentando il rischio di demenza del 40%. La conferma arriva da uno studio senza precedenti per dimensioni e durata.

Un gruppo di esperti della Florida State University (FSU) a Tallahassee ha esaminato 12.030 persone dai 50 anni in su, arruolandoli nell’ambito del progetto  “Health and Retirement Study”. I risultati sono stati pubblicati  su The Journals of Gerontology: Series B.

Solitudine e cervello: l’esperimento

Gli esperti hanno ‘misurato’ la solitudine e l’isolamento sociale di ciascun partecipante all’inizio dello studio e poi ogni due anni hanno sottoposto l’intero campione a test di valutazione delle abilità cognitive, per un periodo di tempo medio di 10 anni. Nel corso dello studio per 1104 individui è arrivata la diagnosi di demenza.
Ebbene è emerso che il sentirsi soli – ma non l’isolamento sociale di per sé – si associa a un rischio di demenza del 40% maggiore nell’arco di 10 anni.

 

LEGGI ANCHE 

L’orgoglio ti allontana da tutto quello che ami e…

 

 

 

 Stare da sola ha i suoi vantaggi. Ma non chiamarla solitudine

 

 

 

#solitudine #cervello #demenza #psicologia #personalità #cervellopersonesole #esseresoli #isolamento #personesole

#news   #ultimenews #patologie #medicina #salute #neuroscienze

 

di redazione

di redazione


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.