pipi

Quando la pipì fa cattivo odore e puzza di ammoniaca

Solitamente l'urina non ha un odore forte, ma può capitare che abbia un pungente odore di ammoniaca. Colore, frequenza e quantità sono degli indicatori sul nostro stato di salute.

Odore, colore, qualità e quantità della minzione sono indicatori della salute complessiva  e ciò vale già dalla più tenera età.

Perché sono importanti questi indicatori

La pipì è lo strumento fisiologico di depurazione del corpo: attraverso un sistema “meccanico” le tossine accumulate durante i processi di alimentazione vengono espulse con pipì e feci, ciò accade sin dal primo respiro. Perciò una buona pipì testimonia una buona meccanica del corpo in fatto di alimentazione, assimilazione del cibo e eliminazione delle scorie. Perciò una sana minzione umana, a qualunque età, dovrebbe essere limpida, di colore giallo paglierino, sufficiente a svuotare la vescica e inodore.

Episodi in cui la pipì è più scura del normale, insufficiente o che fa cattivo odore

L’aspetto della pipì può dipendere da diversi fattori: l’assunzione di medicine o di alcuni cibi può conferire alla pipì un colore diverso dal solito.

La quantità della pipì invece può essere influenzata dallo scarso apporto di liquidi: nel lattante che si nutre dal seno della mamma la quantità della pipì è un importante indicatore di buona alimentazione e di sufficiente idratazione.

 

Il cattivo odore della pipì da cosa dipende?

Generalmente, il cattivo odore della pipì dipende dall’alimentazione, ovvero da un difetto di idratazionela pipì che puzza, infatti, può facilmente essere la conseguenza di una insufficiente idratazione del corpo…(continua a leggere )

    Continua a leggere: 1
  • 2
  • 3
di redazione

di redazione


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.