di redazionedi redazione29 ottobre 20182min1610

Avocado: perché i vegani non possono mangiarlo | AZstarbene

Sono in molti i vegani a non sapere che molti frutteti di avocado esistono solo grazie all“apicultura migratoria” 

Avocado: Perché i vegani non potrebbero mangiarlo?  Potrebbe sembrare una domanda assurda, in realtà dietro la produzione dell’avocado si cela una storia di coltivazioni intensive e di sfruttamento di animali che gli stessi vegani non conoscono.

L’avocado è un alimento vegano?

La risposta è no. Perché  senza l’intervento delle api, l’avocado non potrebbero essere prodotto. Forse, non tutti i vegani sanno  che avocado, kiwi e molti altri frutti diffusissimi esistono grazie all’impollinazione delle api. E che, viste le dimensioni dei frutteti industriali, è necessario far venire api in più, trasportandole su grossi camion dalle loro sedi usuali. Si chiama “apicultura migratoria” (molto diffusa in California): le prendono in uno Stato, le portano in un altro, e poi in un altro ancora. Viaggio e impatto del trasferimento accorciano la vita delle api.

Vegani, api, avocado ed etica

Da tempo le associazioni vegani sono impeganti a dimostrare come sia impossibile oggi nell’agricoltura – in particolare in quella industriale contemporanea – non danneggiare, in via indiretta, animali di vario tipo. Bene, la morte “prematura delle api” è un dato di fatto. Dunque, una questione di “etica vegana”.

#avocado #cosanonpossonomangiareivegani ##curiosauro #cultura  #curiosità #curiositàdalmondo #curiositàsulcibo #apicultura

di redazione

di redazione


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.