Amato.jpg
7min1200

Nuovo appuntamento degli Stati Generali FNOMCeO il 4 e 5 luglio. Ai microfoni di Sanità Informazione, Toti Amato, presidente Omceo Palermo e membro del Comitato Centrale FNOMCeO fa il punto della situazione e risponde agli attacchi contro i camici bianchi che arrivano dalle associazioni dei pazienti: «Con FNOMCeO siamo al lavoro per rafforzare il rapporto medico-paziente anche attraverso incentivi per chi adempie all’aggiornamento professionale, una garanzia per i cittadini»

radiolo-2-650.jpg_982521881.jpg
4min2770
Ha vissuto per 30 anni con gli aghi da agopuntura alla colonna vertebrale. E’ successo in Canada a una donna di 94 anni di origine coreana, curata all’ospedale universitario di Toronto dove. Attraverso semplici raggi X, i medici hanno scoperto gli aghi nella paziente il cui caso è stato pubblicato su ‘Bmj Case Reports’: si tratta infatti del più lungo periodo di permanenza conosciuta di questo tipo di aghi in un corpo umano.

radiologia-radiologo-raggi x-web
Vive da 30 anni con gli aghi da agopuntura nella schiena. L’incredibile scoperta

La storia

La donna era stata presa in carico dall’ospedale per una caduta accidentale. I medici avevano riscontrato, oltre a un’infezione urinaria, dolori alla schiena che la paziente non riusciva a localizzare. I muscoli attorno alla colonna e quelli dell’anca risultavano, inoltre, stranamente insensibili al tocco. Per escludere una frattura sono state quindi fatte radiografie della colonna, delle anche e del torace. Dalle immagini sono emersi degli strani filamenti risultati aghi da agopuntura inseriti nei muscoli spinali dalla nuca fino alla parte bassa della schiena. La paziente ha poi spiegato di essersi sottoposta 30 anni prima ad una particolare forma di agopuntura – detta Hari – originaria del Giappone e della Corea, che consiste nel lasciare deliberatamente gli aghi nel tessuto sottocutaneo per assicurare un continuo sollievo dal dolore.

Nell’agopuntura più tradizionale gli aghi, invece, vengono inseriti e poi ritirati dopo la seduta. Nel caso della donna gli aghi, in oro, sono stati messi attorno alla colonna contro i disturbi muscoloscheletrici di cui aveva sofferto. “Fortunatamente – concludono i medici su ‘Bmj Case Reports’ – la paziente non ha subito alcuna conseguenza”.

fonte | adnkronos

 


| AZstarbene | Perseguiamo l’obiettivo di informare, attraverso la produzione di contenuti testuali, grafici e multimediali, sulle notizie cronaca, attività cliniche, scientifiche ed educative, scoperte scientifiche e studi clinici, trattamenti e tecnologie, nonché eventi di spessore nazionale e internazionale, ma anche curiosità.divulgate dai siti più accreditati.  La redazione è attiva anche su facebook per rimanere sempre aggiornati sulle più interessanti novità legate al mondo del benessere globale.


 

#salute #medicina #agopuntura #aghinellaschiena