Apparentemente magri, in realtà 'obesi dentro'

di redazionedi redazione29 ottobre 20183min1500
mangiaredolci-obesità-diete.jpg
Fegato a rischio, come chi è in sovrappeso. Il fegato grasso, o steatoepatite non alcolica (Nash) può predisporre allo sviluppo di malattie croniche come cirrosi e tumore del fegato. 

“I ‘magri metabolicamente obesi’ – spiega Franco Perticone, presidente della Simi – possono nascondere gli stessi problemi di quelli con soprappeso”, in particolare, il fegato grasso, o steatoepatite non alcolica (Nash), che può predisporre allo sviluppo di malattie croniche come la cirrosi e il tumore del fegato.

Adottare corretti stili di vita può far regredire almeno in parte la steatosi. Ma non basta. In alcuni casi “servono farmaci in grado di mettere ko questo killer silente del fegato” e “in grado di prevenire la progressione verso la cirrosi epatica o l’epato-carcinoma”.

Come prenderti cura del tuo metabolismo

I farmaci

Non ci sono ancora disponibili, ma sembra che tra le “molecole più promettenti ci sono gli attivatori del recettore Fxr, il principale regolatore della sintesi degli acidi biliari e un fattore importante nel metabolismo del glucosio e dei lipidi”, spiega Perticone.

Un’altra molecola in sperimentazione è “un farmaco orale a somministrazione giornaliera agonista β-selettivo del recettore dell’ormone tiroideo”. In entrambi i casi i primi risultati hanno dimostrato già dopo 12 settimane di trattamento una consistente riduzione del grasso epatico.

fonte ansa

Perché in certe città si diventa più obesi
 
Dolcificanti: possono vanificare la dieta e causare diabete e obesità

 

#news #accelerareilmetabolismo #obesità #fegatoingrossato

di redazione

di redazione


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.