di redazionedi redazione18 settembre 20184min5550

La dieta-antinfiammatoria è la chiave del benessere di lunga vita. Lo dice la scienza

Riduce il rischio di mortalità del 18% di mortalità

Addio ai cibi che alimentano infiammazioni, l’elisir di lunga vita è la dieta anti-infiammatoria. Infatti, seguire questo regime alimentare fa ridurre la mortalità. Dunque, chi vuole stare a lungo in salute, può aggiornare la sua lista della spesa aggiungendo porzioni di frutta e verdura, tè, caffè, pane integrale, cereali per la colazione, formaggio magro, olio d’oliva e olio di colza, noci, cioccolato e quantità (moderate) di vino rosso e birra. Lo studio, pubblicato sul Journal of Internal Medicine.

47aa1d38fc6e734c37663c405e69-1437945

Cosa eliminare in un regime di dieta anti-infiammatoria

Addio invece a tutti i cibi che possono causare infiammazioni come carne rossa non lavorata e trasformata, patatine e bevande analcoliche.

Lo studio e i risultati

Nello studio, che ha coinvolto 68.273 uomini e donne svedesi tra 45 e 83 anni, chi ha seguito questa dieta ha avuto un rischio inferiore del 18% di mortalità per tutte le cause, un rischio inferiore del 20% di mortalità per malattie cardiovascolari e un rischio ridotto del 13% di mortalità per cancro.

Buone notizie per i fumatori: quelli che hanno seguito la dieta hanno avuto benefici ancora maggiori rispetto ai fumatori che non la seguivano. Lo studio, pubblicato sul Journal of Internal Medicine è stato realizzato dall’Università di scienze della vita di Varsavia, dal Karolinska Institutet, dal Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle e dall’Università di Uppsala.

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dolcificanti: possono vanificare la dieta e causare diabete e obesità
Triplicano i casi di una rara malattia metabolica: sotto accusa dieta vegana e vegetariana
di redazione

di redazione


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.